CAAFFisco

Saranno chiusi tutto il giorno venerdì 11 dicembre gli uffici dei patronati modenesi di Cgil Cisl Uil e delle Acli in protesta contro i tagli previsti nella Legge di Stabilità 2016. Anche gli uffici Caf di Cgil Cisl e Uil e Acli aderiscono alla giornata di mobilitazione contro i tagli e l’11 dicembre non saranno garantiti i normali servizi all’utenza. Gli operatori dei patronati e dei Caf si mobilitano dunque venerdì 11 dicembre e partecipano alla manifestazione regionale a Bologna in piazza del Nettuno dalle ore 10 alle 12.30. Insieme a loro tantissimi delegati sindacali, lavoratori e pensionati in una manifestazione che si annuncia ad alta partecipazione (almeno 500 modenesi) per dire no ai tagli che il Governo si appresta a fare con la prossima legge di Stabilità: un taglio di 28 milioni di euro al Fondo Patronati (in aggiunta ai 35 milioni già sottratti nel 2015) e un taglio di 40 milioni all’attività fiscale (a cui sommano tagli per 70 milioni nel 2017-18 e 100 milioni dal 2019). Tagli che oltre ad avere ripercussioni sull’organizzazione degli enti stessi, si tradurranno inevitabilmente in una contrazione dei servizi alle persone, mettendo in discussione il diritto universale all’assistenza previdenziale e assistenziale gratuita finora garantita. Numerosi in questi giorni anche i volantinaggi nei mercati cittadini nei principali Comuni della provincia, tra cui Castelfranco, Modena, Carpi, Mirandola, Pavullo, Formigine, Castelnuovo Rangone, dove gli operatori di patronati e Caf sono in prima fila nel distribuire volantini e sensibilizzare i cittadini sulle conseguenze dei tagli. La mobilitazione modenese di patronati e Caf è comunque in pieno svolgimento da diverse settimane, con campagne informative presso gli uffici e gli sportelli dove si fa quotidianamente consulenza e assistenza alle persone per domande di pensione, compilazione modelli Red e Unico, domande Isee, dichiarazione dei redditi, domande di invalidità, maternità, infortuni e malattie professionali, rilascio/rinnovo permessi di soggiorno, bonus bebè-famiglie, indennità di disoccupazione, assegni familiari, ecc… Tanti i modenesi che hanno deciso di dare la propria solidarietà postando un selfie sul sito unitario dei patronati www.tituteliamo.it con l’hashtag #iocimettolafaccia. E lo stesso vale per la petizione on line lanciata unitariamente dai Caf su change.org . Il 27 novembre scorso si è svolto anche il presidio unitario di patronati e Caf davanti all’Inps di viale Reiter 72 per sensibilizzare i cittadini sulle conseguenze dei tagli.

volantino_con_INDICAZIONE_CHIUSURA_DEFINITIVOvolantino_taglio_caf_DEFINITIVO