CAAFFisco

Come ogni anno, a coloro che nell’anno precedente hanno fatto la dichiarazione dei redditi al nostro Caf (730 o Unico), invieremo per mail o sms una proposta di appuntamento per la compilazione della dichiarazione del 2017, che potrà essere modificata, telefonando al

numero verde 800496168.

Sempre a questo numero, a partire dall’ultima settimana di marzo, si potranno avere informazioni e richiedere eventuali nuovi appuntamenti per la dichiarazione dei redditi 2017.

RICORDA: Presentare il modello 730, ANCHE SE NON SEI OBBLIGATO, può essere un’opportunità: fai il tuo CONTROLLO FISCALE.

Anche nel 2017 l’INPS non invierà più a casa alcune comunicazione o certificazione reddituale relativa alla pensione (Certificazione Unica e Red).

Se ti rivolgi agli uffici fiscali di CSC, il CAF della CGIL e presenti il modello 730 (pur non essendo in obbligo), il Caaf può fare un controllo completo sulla tua posizione nei confronti dell’INPS e dell’Agenzia delle Entrate, verificare se hai diritto ad integrazioni e/o agevolazioni fiscali, se sei obbligato ad altri adempimenti e controllare l’esattezza della tassazione sulla tua pensione.

Tramite il Caaf PUOI:

  •  Ricevere dall’Inps tutte le tue certificazioni di natura fiscale.
  • Essere informato, ogni anno, su tutti gli adempimenti previsti, senza rischiare di incorrere in sanzioni e soprattutto senza rischiare di perdere benefici a cui hai diritto.
  • Evitare di presentare il modello Red, per il mantenimento delle eventuali prestazioni accessorie sulla pensione, SE TUTTI I REDDITI CHE POSSIEDI LI HAI GIA’ DICHIARATI UTILIZZANDO IL MOD. 730.

Non perdere questa possibilità, informati subito presso la tua lega Spi o presso gli uffici fiscali provinciali della Csc Cgil, per avere informazioni e richiedere un appuntamento.

 

MODELLO RED SOLLECITO: COSA FARE?

Il red è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura è collegato alla situazione reddituale del cittadino.

Tra fine dicembre 2016 e gennaio 2017, l’Inps ha inviato ai soggetti interessati una comunicazione relativa ai SOLLECITI RED 2015, perché, in mancanza dell’invio delle lettere Red ordinari agli interessati, l’Inps ha verificato che più del 50% dei pensionati non ha presentato il modello Red compilato, senza il quale l’Inps potrebbe togliere le integrazioni/agevolazioni sulla pensione.

Per evitare questo, se ricevete la lettera di sollecito Red dall’Inps, rivolgetevi ai nostri uffici fiscali che provvederanno a compilare ed inviare il modello all’Inps.

La scadenza dei Red è prevista, salvo proroghe, per il 31/3/2017.