CAAFFisco

Come noto, nel mese di Luglio di ogni anno, l’INPS eroga ai pensionati aventi diritto, oltre alla rata di pensione, anche la somma aggiuntiva meglio conosciuta come 14.ma mensilità.

Diversi sono stati i pensionati che in tutta la Provincia ne hanno invece lamentato il mancato ed immotivato pagamento, situazione verificatasi anche negli anni passati.

Immediatamente lo SPI CGIL, insieme al Patronato INCA e al CAAF si è fatto carico, nei confronti dell’Istituto, del problema per capire quali fossero le ragioni di questa mancata corresponsione.

A seguito del nostro intervento, si è addivenuti ad un accordo positivo che prevede l’inoltro della domanda di ricostituzione della pensione.

Per fare questo il pensionato può recarsi presso la sede sindacale più vicina, o alla Lega SPI , munito del proprio documento di riconoscimento e copia dell’ultima dichiarazione dei redditi. Nel caso in cui gli anni di mancato pagamento sono riferiti oltre al 2015 anche ad anni precedenti, occorre documentare i redditi personali percepiti anche di questi.

L’INPS si impegna ad effettuare il pagamento di quanto dovuto, se presentata tempestivamente la domanda, nel corso del mese di settembre, quindi in tempi decisamente rapidi.

Invitiamo quindi tutti i pensionati che si trovano in questa situazione, con reddito personale presunto non superiore ai 10.300 euro lordi per il 2015, a rivolgersi per informazioni presso le sedi sindacali della CGIL.

Modena, 22 Luglio 2015

SPI CGIL – INCA CGIL – CAAF CGIL
Modena